::: Editoriale

::: Cultura

::: Scienza

::: Attualita'

::: Diari di Viaggio

::: Costume

::: Storia

::: Architettura

::: Giurisprudenza

::: Psicologia

::: Narrativa

::: Recensioni

::: Interviste

::: Mostre d Eventi

::: Comunicati Stampa

::: Libri

::: Musica

::: Concerti

::: Fondazione Benetton


 
::: 2016
::: 2015
::: 2014

::: 2013
 ::: 2012
::: 2011
::: 2010
::: 2009

 RIFLESSI ON LINE

 Direttore Responsabile
 Luigi la Gloria

 luigi.lagloria@riflessionline.it

 Vice Direttore
 
Anna Valerio
 anna.valerio@riflessionline.it

 Coordinatore Editoriale
 Gianfranco Coccia

 

 

 



 

 

   

 

 

CRISPR/CAS9: LA FORBICE MOLECOLARE CON LA QUALE RISCRIVERE IL CODICE DELLA VITA
Anna Valerio

 

L’INVENZIONE DANTESCA DEL PURGATORIO E PIETRO D’ABANO
Giovanni Ponchio

 

QUANDO LA VITA NON BASTA: LE FINZIONI LETTERARIE DI FERNANDO PESSOA
Piera Melone

 

IL DIRITTO ALLA VITA NELLE SUE MOLTEPLICI ESPRESSIONI
Franco Marin

 

ARCHITETTURA E CUBISMO: PRAGA 1907-1917
Alice Fasano

 

C’ERA UNA VOLTA L’ANDREA DORIA, IL RICORDO DI EUGENIO GIANNINI
Intervista di Carla Toaldo

 

ANGOLA, TRA PASSIONE E DOLORE
Giorgia Miazzo

 

TRA DANTE E SHAKESPEARE: IL MITO DI VERONA

 

LA COLLEZIONE DI VETRI VENEZIANI CARLA NASCI- FERRUCCIO FRANZOIA

 

RENATO CASARO: L’ULTIMO CARTELLONISTA DEL CINEMA


PREMIO INTERNAZIONALE CARLO SCARPA PER IL GIARDINO. XXXI EDIZIONE

 

CHIARA SACCAVINI “SE LA MORTE FOSSE UN FIORE PROFUMATO” 

Edizione nr. 79, aprile 2021
    
I GRACCHI E LA TEORIA DELLA SOVRANITÀ POPOLARE
Luigi la Gloria
 

I prodromi di una crisi politico-economico-sociale e militare, che scuotesse dalle fondamenta il secolare istituto repubblicano fino ad abbatterlo, si rivelano già alla fine delle guerre annibaliche. Il crollo della potenza cartaginese lasciava in eredità a Roma il gravoso compito della conquista della Spagna che era stata la base di partenza della spedizione di Annibale in Italia. Risultava quindi fondamentale che Roma si garantisse il possesso di quella regione che, abbandonata a se stessa, sarebbe certamente ricaduta sotto l’influenza cartaginese. L’istituzione di un dominio diretto di Roma in Spagna implicava però il mantenimento di una forza permanente di occupazione militare che nell’Urbe della fine del III secolo non era disponibile...

 

 
CRISPR/CAS9: LA FORBICE MOLECOLARE CON LA QUALE RISCRIVERE IL CODICE DELLA VITA
Anna Valerio

Solo l’immaginazione può porre dei limiti alle applicazioni di questa scoperta” . Ecco ciò che si evince tra le righe delle motivazioni stilate dalla Royal Swedish Academy of Sciences per l’assegnazione del Nobel per la chimica 2020. Le vincitrici sono Emmanuelle Charpentier e Jennifer A. Doudna e la scoperta, che è valsa a loro il più prestigioso dei premi, riguarda la “messa a punto della tecnica di editing genetico CRISPR/Cas9 che consente di riscrivere il codice della vita”. “Questa tecnologia genetica, dotata di enorme potenziale, consentirà di modificare il DNA di animali, piante e microorganismi con una precisione estrema e rivoluzionare così la scienza di base, permettendo lo sviluppo di nuove terapie mediche e producendo innovazione nella coltivazione delle piante"...

 

 
L’INVENZIONE DANTESCA DEL PURGATORIO E PIETRO D’ABANO
Giovanni Ponchio

Dante, dopo di esser disceso per l’orrida discarica del peccato, esce finalmente a riveder le stelle sulla sponda del mare, ai piedi di una altissima montagna. Finalmente la luce, l’aria, il cielo, il paesaggio umano. Finalmente il Purgatorio. 

 

Il pensiero di chi, a secoli di distanza, pensa ai regni dell’oltretomba, naturalmente passa dall’uno all’altro. Riesce con difficoltà ad intuire la complessa grandiosità della costruzione dantesca. Non solo quella di natura poetica: l’atmosfera sentimentale, la suggestiva musicalità dei toni, le figure storiche e le invenzioni dantesche. Ma anche quella religiosa per una creazione che rappresenta la sintesi del pensiero cristiano sulla condizione delle anime dopo la morte, in attesa della gloria di Dio. Se infatti l’Inferno e il Paradiso, tranne rare eccezioni, non sono luoghi su cui si fa acceso il dibattito dentro la Chiesa, il concetto teologico di Purgatorio ha una storia lunga, talora carsica, sicuramente complessa dalle origini sino al secolo XIII...

 

 
QUANDO LA VITA NON BASTA: LE FINZIONI LETTERARIE DI FERNANDO PESSOA
Piera Melone

 
E’ durante una sera del 1913, in una modesta osteria di Lisbona della quale è cliente abitudinario, che Fernando Pessoa (Lisbona, 1888 – 30 novembre 1935), oramai riconosciuto come una delle figure capitali della letteratura novecentesca, allora impiegato come traduttore di lettere commerciali presso una ditta di import-export, incontra per la prima volta Bernardo Soares, aiutante contabile presso una ditta in città. Non fin dal primo istante...
 

 
IL DIRITTO ALLA VITA NELLE SUE MOLTEPLICI ESPRESSIONI
Franco Marin

 

Liberato e depurato da ogni altro attributo il nucleo centrale della proposizione di “diritto alla vita” dovrebbe apparire nella sua essenza quello che è, cioè una verità elementare, una proposta non controversa, un contesto nel quale riconoscersi tutti in forza della comune appartenenza al consorzio umano e della consapevolezza che questa appartenenza ci rende partecipi teleologicamente di un destino comune e responsabili storicamente di un comune cammino nell’ avventura esistenziale...

 

 
ARCHITETTURA E CUBISMO: PRAGA 1907-1917
Alice Fasano

Il processo di risorgimento nazionale boemo si impose con urgenza dalla seconda metà del XIX secolo e ben presto raggiunse il suo apice a ritmi veramente accelerati. Queste condizioni determinarono tratti specifici nell’evoluzione della società industriale in questa parte dell’Impero austro-ungarico. Nei centri urbani ribolliva un fermento intellettuale informato alle più recenti tendenze artistiche europee. La nuova generazione sosteneva che l’interesse nazionalista non dovesse più limitare l’influsso del pensiero e della cultura continentali. Il bisogno impellente e necessario di aprirsi alle correnti moderniste, fu sentito in maniera specifica nel campo artistico e le grandi esposizioni contribuirono a diffondere nuove idee e concetti....

 

 
C’ERA UNA VOLTA L’ANDREA DORIA, IL RICORDO DI EUGENIO GIANNINI
Intervista di Carla Toaldo

ugenio Giannini, viareggino di nascita ma residente da molti anni a Padova, novanta e più anni portati in forma smagliante, ci ricorda i drammatici momenti da lui vissuti da ufficiale di bordo quando, sul volgere del 15 luglio 1956, l’Ammiraglia della compagnia di bandiera italiana, venne speronata dalla nave svedese Stockholm, provocando la morte di quarantasei passeggeri. Da allora sono passati tanti e tanti anni ma quel ricordo gli è vivo più che mai...

 

 
ANGOLA, TRA PASSIONE E DOLORE
Giorgia Miazzo

Dopo aver percorso 900 chilometri in mezzo alla vegetazione africana, incontro in quel nulla piccoli villaggi, abitati da poche persone che si sostengono tra loro; appena mi vedono si avvicinano e mi guardano con curiosità, mi puntano addosso i loro occhi immensi, perché essere bianchi deve essere strano, poi appena accenno un sorriso mi danno il cuore… mi disarma toccare con mano, confermare, che l’avere confonde l’essere e l’essere non ha bisogno di avere....


 
TRA DANTE E SHAKESPEARE: IL MITO DI VERONA

Verona, Galleria d’Arte Moderna Achille Forti a Palazzo della Ragione 7 maggio-3 ottobre 2021 Prenderà avvio il 7 maggio prossimo alla Galleria d’Arte Moderna Achille Forti la mostra Tra Dante e Shakespeare: il mito di Verona. Realizzata dal Comune di Verona - Assessorato alla Cultura - Musei Civici, nell’ambito del progetto Verona, Dante e la sua eredità 1321-2021 promosso dal Protocollo d’Intesa interistituzionale, con il patrocinio e il contributo del Comitato Nazionale per la celebrazione dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri. L’esposizione costituisce uno dei fulcri dell’articolata mostra diffusa appositamente ideata per le celebrazioni del centenario del 2021, che prevede il duplice omaggio al Poeta e alla città di Verona, che gli diede “lo primo tuo refugio e ’l primo ostello” (Paradiso, XVII, 70)...

 

 
LA COLLEZIONE DI VETRI VENEZIANI CARLA NASCI- FERRUCCIO FRANZOIA
 
 

Verrà inaugurata l’8 maggio 2021 la nuova sezione espositiva dedicata alla Collezione di vetri veneziani Carla Nasci - Ferruccio Franzoia alla Galleria Rizzarda di Feltre. Lo annuncia l’Assessore alla Cultura Alessandro del Bianco: “In questi mesi di attesa di poter tagliare il nastro, la mostra è continuata a crescere. Non è solo un riferimento al numero e alla qualità artistica dei pezzi esposti. Quel che stiamo per inaugurare è davvero un percorso nella bellezza capace di parlare a ciascuno e di caratterizzare sempre di più la città di Feltre sul tema delle arti decorative...
   
       
  Leggi l'Articolo...    
       
 
   
       
  RENATO CASARO: L’ULTIMO CARTELLONISTA DEL CINEMA    
       
  Treviso, Roma, Hollywood Treviso, 12 giugno – 30 settembre 2021 Museo Nazionale Collezione Salce, Chiesa di Santa Margherita Museo Nazionale Collezione Salce, Complesso di San Gaetano Musei Civici di Santa Caterina “Renato Casaro. L'ultimo cartellonista del cinema. Treviso, Roma, Hollywood”, e con la mostra anche l’apertura della nuovo Museo Nazionale Collezione Salce, sono rinviati al 12 giugno. La decisione di spostare alla seconda settimana di giugno il grande doppio evento trevigiano è stata assunta congiuntamente dalla Direzione regionale Musei Veneto e dal Comune di Treviso...

   
  Leggi l'Articolo...    
       
 
   
       
  PREMIO INTERNAZIONALE CARLO SCARPA PER IL GIARDINO. XXXI EDIZIONE    
 

 

Una vita segnata da drammi familiari e da violenti crisi nervose, con ricoveri in manicomio prima nella natia Svizzera poi a Reggio Emilia, ma dedicata interamente alla pittura, dagli autoritratti agli animali selvaggi e domestici, ai paesaggi agresti fino ai mondi fantastici e lontani scaturiti dallo sfogliare libri. Pare ruotare attorno al binomio “sofferenza e creatività” l’esperienza esistenziale e artistica di Antonio Ligabue, il pittore italo-svizzero (Zurigo 1899 – Gualtieri 1965) al centro della mostra monografica aperta dal 22 settembre fino al 17 febbraio, nelle sale dei Musei Civici agli Eremitani, a Padova...

   
       
  Leggi l'Articolo...    
       
 

CHIARA SACCAVINI “SE LA MORTE FOSSE UN FIORE PROFUMATO”

Chiara Saccavini “Se la morte fosse un fiore profumato” Edizioni Youcanprint I misteri dell’uomo e delle piante nel nuovo libro della scrittrice friulana Chiara Saccavini, la filosofa giardiniera friulana, esce per i tipi di Youcanprint con il suo nono libro, il terzo sotto forma di romanzo. Se la morte fosse un fiore profumato, è il titolo di un libro che si legge facilmente ma che, ad ogni riga, invita ad approfondire, sondare e forse sognare. Olga Maieron, nella prefazione al volume, giustamente annota che si tratta di un romanzo “che definire non è affatto un’operazione semplice né tanto meno immediata. Sarei tentata di utilizzare un neologismo del tipo “fitofilosofico”...

Leggi l'Articolo... 

   
       
       
       
 
RIFLESSI ON LINE - Iscrizione presso il Tribunale di Padova n.2187 del 17/08/2009